Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.

Quelli che ballavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica -Friedrich Nietzsche


Paola Cortellesi: «Per la mia povera schiena mi tengo in forma con il nordic walking»

«A 12 anni mi fu diagnosticata la scoliosi. Non posso correre per non stressare la colonna vertebrale, allora vado in montagna con i bastoncini»
Avete presente le videocassette di fitness degli anni 90? Quelle in cui le insegnanti di aerobica indossavano tutine fluorescenti, la fascetta in spugna che teneva la loro folta chioma bionda, e poi il trucco perfetto e il sorriso da spot del dentifricio? Ecco. Ora che ve le siete ricordate, dimenticatele. E immaginate un paio di scarponcini tacco 4, occhiali da sole, abbigliamento comodo da zia Pina e due bastoncini da trekking. Lo so, l’outfit non è dei più sexy, ma l’attività in questione è uno spasso. Sto parlando del nordic walking, ovvero una camminata naturale a cui viene aggiunto l’uso dei bastoncini non come semplice appoggio ma, attraverso l’azione di spinta svolta dalle braccia, come strumenti funzionali all’esercizio fisico. Può sembrare una «passeggiata», ma richiede una tecnica precisa e molta energia.

Leggi tutto l'articolo